Utilizziamo i cookie per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.
Per ottenere maggiori informazioniClicca qui

-

Siamo anche su...

Condividi il sito

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditTechnoratiLinkedinMixxRSS Feed

Atti del convegno - L'antica Petiliana nell’Itinerarium Antonini

Questo volume, stampato con il contributo dell’Amministrazione comunale di Delia, contiene gli Atti del Convegno di studi su L’antica Petiliana nell’Itinerarium Antonini indetto dalla locale sezione dell’associazione regionale SiciliAntica, tenutosi a Delia sabato 6 settembre 2014 presso l’auditorium della chiesa di Santa Maria d’Itria.
La sezione di SiciliAntica di Delia, ormai attiva sul territorio dal 2012, ha in animo di proporre nel tempo altre pubblicazioni sulla storia del Comune.

Contenuto del volume

  • Vincenzo La Verde, La Tabula Peutingeriana
  • Leonardo Lombardo, Studio degli etimi latini nella toponomastica del territorio di Delia
  • Giusy Leone, Eredità e valori della tradizione culturale romana sui nostri usi e costumi
  • Paolo Busub, La mansio Petiliana. Studio e ipotesi sui resti di piazza Castello
  • Calogero Messana, Nuova ipotesi sulla localizzazione di alcune stationes lungo la Catania-Agrigento
  • Giuseppe Adamo, Petilia-Delia romana
  • Luigi e Marilisa Pia Santagati, Bibliografia ragionata sulla viabilità della Sicilia antica

 

Share on Myspace


Società Nissena di Storia Patria

Via Due Fontane n. 51, 93100 Caltanissetta
Tel/Fax 0934.595212
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Archivio Nisseno

ISSN 1974-3416
Autorizzazione del Tribunale di Caltanissetta n. 205 del 25 luglio 2007

Copyright

Il sito e tutti i suoi contenuti sono di proprietà di "Associazione Nissena di Storia Patria" o dei rispettivi proprietari, quando specificato. Tutti i diritti sono riservati


©2015 Società Nissena di Storia Patria. Powered by Benedetto Mazzurco.